Un Grazie di Cuore a papa Francesco!



... giacchè, ormai, solo lui dice qualcosa di sinistra. Ma i sindacati che fanno? Si sveglino visto che noi lavoratori li sentiamo troppo, troppo lontani dai nostri problemi!

Commenti

  1. Volevo aggiungere... io non sono un dipendente Sky per cui non so come funziona lì il sindacato. Nella mia azienda, nel mio settore però si sta male e, non so perchè, più i sindacalisti si assentano lasciandoci ogni giorno a ranghi ridotti e peggio si sta. Ma a che servono tutti questi incontri, tutte queste riunioni se, alla fine della giostra stiamo sempre peggio?

    RispondiElimina
  2. Purtroppo, si è persa di vista la vera finalità del sindacato: la difesa dei lavoratori.
    Difesa che va attuata senza remore, riserve o freni di sorta...
    Si cerca invece l'accordo a tutti i costi, il compromesso (spesso al ribasso)... e si chiama tutto questo, "modernità"!
    Basterebbe però scorrere la storia dei nostri minatori, per vedere come certi diritti siano stati conquistati col sangue, non con la volontà di essere accomodanti a tutti i costi.
    Buggerru, Gonnesa... tanti morti e tanti feriti.
    E nel resto d'Italia non è andata molto meglio: Milano (1898), Castelluzzo in Sicilia...
    Comunque, buon fine settimana.
    A dispetto di tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione manca il coraggio e troppo spesso la convenienza la fa da padrona.

      Elimina
  3. Grande Papa Francesco.

    Buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un uomo carico di umanità e coraggio. Un aiuto insperato per la classe lavoratrice.

      Elimina
  4. Lo sono sempre stati lontani dai problemi dei lavoratori almeno in questi ultimi decenni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti son tante le posizioni perse e grande lo sperpero delle conquiste dei nostri padri (vedi il depotenziamento dello Statuto dei Lavoratori). Oggi non vengono rispettati i diritti minimi: gli orari, le pause, la dignità personale. Le condizioni economiche peggiorano. Le aziende vogliono raggiungere il massimo dei risultati col minimo delle risorse e i sindacati lasciano fare purchè restino fermi i loro privilegi. Sono deluso, amareggiato anche perché son convinto che il lavoratore non può star solo davanti all'azienda e un'organizzazione seria che lo difenda sarebbe più che mai mai necessaria.

      Elimina
  5. Oooops!! Solo oggi mi accorgo di aver scritto Franceso e non Francesco nel titolo di questo post. Correggo subito e... "ma che bella figura!" direbbe Nino Frassica

    RispondiElimina

Posta un commento

Un vostro commento è sempre gradito

Post popolari in questo blog

Il Sergente Elias, "Platoon"... e Quelli che Incrementano le Spese Militari

12 aprile 1970: Il Giorno in cui il Cagliari fu matematicamente Campione d'Italia